LA FIGURA DEL DOTTORE AGRONOMO E DEL DOTTORE FORESTALE NELLA PROGETTAZIONE DEI PSR (Piani di Sviluppo Rurale) PER LE IMPRESE AGRO-FORESTALI

12.12.2019

Nella programmazione regionale il Dottore Agronomo/ Dottore Forestale è chiamato ad assolvere la propria professione in diversi comparti.

Tra i primi ruoli che il Dottore Agronomo/ Forestale può rivestire vi è sicuramente quello in ambito di formazione e consulenza. Tuttavia da un'analisi valutativa effettuata a livello di singola Regione traspare in linea generale, che la figura del "consulente" appare abbastanza indifferenziata. Non vi sono espliciti riferimenti alle competenze e ai percorsi formativi che caratterizzano la figura professionale del Dottore Agronomo e Forestale rispetto ad altre figure tecniche, oggettivamente diverse per ambiti di competenza o per background didattico‐formativo. In taluni casi l'importanza di garantire un adeguato livello di professionalità e di credibilità al consulente, il quale deve rappresentare un interlocutore qualificato e deve apportare vantaggi conoscitivi alle imprese agricole che se ne avvalgono, sembra essere quasi dimenticata. È solo il caso di ricordare, tra l'altro, che l'iscrizione ad un ordine professionale garantisce l'amministrazione pubblica e l'utente finale in termini di competenza, aggiornamento continuo e rispetto delle regole deontologiche e copertura assicurativa obbligatoria.

I PSR coinvolgono direttamente l'attività professionale del Dottore Agronomo/Forestale anche nelle tematiche ambientali: Rete Natura 2000; conservazione della biodiversità e del paesaggio rurale; attività agronomiche ed effetti ambientali...In riferimento a tali argomenti, la formazione professionale dei Dottori Agronomi e Forestali, è molto attinente a queste materie. Pertanto, anche nei temi non di esclusiva competenza, i professionisti sono in grado di assicurare un livello di qualità prestazionale tale da garantire la corretta applicazione delle misure di intervento. In tale ottica è plausibile la necessità della redazione dei documenti tecnici da parte di un tecnico qualificato in ambito delle libere professioni, titolato ad operare in ambito agro‐forestale. I professionisti sono inoltre in grado di formare e indirizzare le aziende ad un corretto approccio al riguardo delle delicate tematiche e contestualmente affiancare gli agricoltori in un percorso di miglioramento delle proprie attività connesse all'ambiente sostenute dal PSR.

Anche nel settore forestale caratterizzato nella maggior parte dei casi regionali da carenze strutturali (es. frammentazione delle proprietà; formazione operatori; organizzazione; valorizzazione dei prodotti; costi; viabilità forestale; ecc.), il Dottore Agronomo e Forestale è in grado di contribuire fattivamente alla crescita del settore attraverso l'attuazione di azioni e misure mirate del PSR.
Per quanto inoltre concerne il raggiungimento degli standard minimi di funzionamento e gestione delle Associazioni forestali, svariate operazioni / incombenze, richiedono l'apporto tecnico di un professionista Dottore Agronomo Forestale, stante la necessità di competenze esclusive.